DICONO DI NOI

Volteggiando alte sopra un paesaggio eterno, nel cuore di una città di pietra scura le immagini de “Le Avventure del Barone di Munchausen” si dimenano su uno schermo gigante che torreggia su una piazzetta illuminata dalla luna. Mentre i bambini giocano, le persone sedute ai tavolini sistemati come se fosse un cinema all’aperto, mangiano, conversano e guardano catturate dal film. Altri preferiscono fuggire cercando salvezza nel bar locale. Ma non c’è modo di fuggire. Una luce brilla da dietro il bar e getta le ombre dei bevitori attraverso la piazza sullo schermo. Lì si mescolano con i personaggi del mio film in una danza reale e fantastica allo stesso tempo, che rimane per sempre impressa nella mia memoria. L’Umbria Film Festival di Montone può far suscitare questo tipo di emozioni.
E’ un evento magico.
Sono orgoglioso di farne parte.
TERRY GILLIAM regista
Montone è il posto più bello
– penso che tutti lo sappiano –
e il festival, sebbene sia piccolo, è come una gemma: perfetta e brillante. Un festival che risplende di un amore intelligente e appassionato per il cinema. L’atmosfera è un misto di attenzione e informalità, e la platea è incredibilmente recettiva.
PETER LORD
regista, Aardman Animation
La gioia pura di avere i film proiettati in piazza e l’incontro con il pubblico subito dopo sono state meravigliose, specialmente per uno Scozzese. Molte immagini sono rimaste attaccate ancora alla mia mente per tutti questi mesi. Le facce dei bambini concentrate, a scrivere le loro impressioni, subito dopo la proiezione dei corti della loro sezione. Che meraviglia vederli formulare i loro giudizi! Diversi pensionati anziani che guardano affascinati dai loro balconi. Le sole persone che sembrano perdere la proiezione sono le suore del convento che sta a pochi minuti dalla piazza dove vengono proiettati i film. Ma anche loro sembrano essere intossicate dal “calore” del festival e mi hanno invitato nella parte chiusa al pubblico della loro cappella, mentre recitano le loro preghiere serali. (Mi chiedo se un angolo dello schermo si veda dai piani più alti del convento… che tentazione per una giovane novizia … e cerco di trattenere questa immagine per una possibile sceneggiatura). La generosità dei volontari che ci hanno portato in giro per le città e i villaggi vicini è un ricordo meraviglioso, cosi come le lezioni di arte, storia, geografia e chiaramente le delizie culinarie. Dovrebbe essere illegale divertirsi così tanto quando in realtà fai finta di lavorare. Mi sono divertito anche con le guardie in aeroporto, che hanno avuto a lungo da ridire se le chiavi della città, che mi sono state donate, potevano essere un’arma mortale per il personale di volo. Questo festival è una gemma e mi ha fatto sentire molto fortunato di essere un uomo che lavora nel cinema. Grazie a tutti voi.
PAUL LAVERTY sceneggiatore
Ogni anno l’originalità e la bellezza dell’Umbria Film Festival a Montone diventa sempre più leggendaria.
E’ una gioia immaginare di tornarci, sperando di trovare di nuovo un paio di sedie rimaste libere per trascorrere un’altra serata nel più bel cinema del mondo. Questo Festival dimostra carattere, curiosità e qualità.
Fa scoprire dei film inusuali a una platea straordinaria e i cineasti stessi hanno modo di scoprire un’ Umbria brillante.
LONE SCHERFIG regista
Fino a pochi giorni fa non sapevo neanche dell’esistenza di Montone ed ora penso che sia uno dei luoghi di cui inconsciamente andavo in cerca e non soltanto per la bellezza delle sue chiese e delle sue case, ma per la gente: ha visto le facce della gente , la loro umanità. Sono facce plasmate dalla vita, dalle gioie e dalle sofferenze, dalle speranze e dalle illusioni. Quanto sono diverse dagli stereotipi imposti dalla pubblicità che popolano le nostre città. Nel mio cinema le facce sono il centro di tutto: è la vita che ho cercato sempre di rappresentare attraverso l’espressione degli occhi, delle fattezze del naso della bocca ….
EDGAR REITZ regista
Coop Centro Italia, azienda con certificazione etica (SA8000), è una grande organizzazione di soci e consumatori che si adopera per promuovere valori di solidarietà e pace nel mercato globale. La collaborazione con ‘Windows for Peace’ nasce dall’UMBRIA FILM FESTIVAL che nell’edizione 2005 tratta il tema dei bambini in zone di conflitto. Un gruppo di ragazzi israeliani e palestinesi invitati nel Comune di Montone si impegneranno a realizzare un video-magazine che sarà diffuso nei loro territori per educare alla pace e alla convivenza, quale contributo volto a creare un ponte di comunicazione tra israeliani e palestinesi e sviluppare una cultura di dialogo e confronto pacifico.
GIORGIO RAGGI – Presidente Coop Centro Italia